Unalbe to show flash video

Le realizzazioni

Castoro 12L’attività nel corso dell’esercizio 2010 è consistita nella posa di 1.365 chilometri di condotte e nell’installazione di 46.606 tonnellate di impianti.

Di seguito si riportano i maggiori progetti.

Nel Mar Mediterraneo:

  • sono state completate le attività relative al progetto, di tipo EPICi, Sequoia, per conto Burullus Gas Co, in Egitto, che prevedeva le attività di ingegneria, approvvigionamento, installazione e messa in opera del sistema di sviluppo sottomarino del giacimento Sequoia e di una nuova condotta di esportazione del gas;
  • sono state completate le attività relative al progetto Maamoura, per conto Eni Tunisia BV, nell’ambito di un contratto EPIC che prevedeva le attività di project management, ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di una piattaforma, nonché la posa di due pipeline;
  • sono state completate le attività relative al progetto Baraka, per conto Eni Tunisia BV, nell’ambito di un contratto EPIC che prevedeva le attività di project management, ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di una piattaforma;
  • sono state eseguite le attività di posa, interramento delle due sezioni del gasdotto relative al progetto, per conto Snam Rete Gas, per l’installazione di un nuovo sistema di importazione gas sulla terraferma dal FRSU (Floating Storage Re-gassification Unit) che sarà installato al largo di Livorno;
  • per conto UTE ACS Cobra Castor, in Spagna, nell’ambito del progetto Castor, sono state completate le attività di installazione di una Well Head Platform e sono iniziate le attività di ingegneria relative allo scopo del lavoro aggiuntivo, che prevede l’installazione di una condotta;
  • sono state installate, nell’Alto Adriatico, strutture varie relative alle campagne di lavori offshore 2010 nell’ambito dell’Accordo Quadro per conto InAgip doo ed Eni Exploration & Production.

In Arabia Saudita, nell’ambito del Long Term Agreement, per conto Saudi Aramco, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, trasporto e installazione di strutture, piattaforme e condotte, sono in fase di completamento le attività di costruzione delle piattaforme; nel corso dell’anno sono state installati diversi pipeline, varie flowline e parte delle piattaforme.

In Estremo Oriente:

  • sono in corso le attività relative al contratto per la posa del gasdotto PNG LNG EPC2, per conto ExxonMobil, in Papua Nuova Guinea, che prevede le attività di ingegneria, trasporto e installazione a mare di un gasdotto, che collegherà la foce del fiume Omati, sulla costa meridionale della Papua Nuova Guinea, alla capitale Port Moresby, sulla costa sudorientale del Paese, nei pressi della quale sorgerà un impianto di liquefazione;
  • sono in corso le attività nell’ambito del progetto Gajah Baru, per conto Premier Oil Natuna Sea BV, nel Mar di Natuna Occidentale, al largo delle coste dell’Indonesia, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento e installazione di due piattaforme, oltre a un ponte di collegamento tra le piattaforme e a una condotta sottomarina per l’esportazione del gas. Una delle due piattaforme sarà installata con il metodo del floatover;
  • sono terminate le attività relative al progetto Premier Oil Block 12 Development, per conto PTSC, in Vietnam, che prevedeva le attività di ingegneria, project management, trasporto e installazione di una piattaforma, di cinque condotte e di un ombelicale.

In Africa Occidentale:

  •  sono terminate le attività relative al contratto, di tipo EPIC, Blocco 17, per conto Total Exploration & Production Angola, in Angola, di esportazione del gas dall’omonimo blocco e la sua successiva re-iniezione nei bacini di due giacimenti esauriti al largo delle coste angolane. Il contratto prevedeva le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, trasporto e installazione di una nuova piattaforma di iniezione gas;
  • sono terminate le attività nell’ambito del progetto, di tipo EPIC, Olowi, per conto CNR International (Olowi), in Gabon, che, nell’ambito dello sviluppo dell’omonimo giacimento, prevedeva le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di tre torri di perforazione, tre piattaforme e ombelicali;
  • sono terminate le attività relative al contratto, di tipo EPIC, SCP (Single Central Platform), per conto Total Exploration & Production Angola, in Angola, che prevedeva la realizzazione e la messa in opera di una piattaforma nel Blocco 2;
  • sono terminate le attività relative al progetto, di tipo EPIC, Libondo Platform, per conto Total Exploration & Production Congo, in Congo, che prevedeva le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di due condotte sottomarine, di due cavi sottomarini e l’installazione di una piattaforma;
  • sono in corso le attività relative al progetto, di tipo EPIC, Kizomba Satellites Epc3 Tiebacks, per conto Esso Exploration Angola (Block 15) Ltd, per lo sviluppo del progetto che interessa i giacimenti Kizomba Satellites situati nel Blocco 15 al largo delle coste angolane. I lavori riguardano l’ingegneria, la fabbricazione, il trasporto e l’installazione delle condotte, degli ombelicali, dei riser e dei sistemi sottomarini che collegheranno i giacimenti di Mavacola e Clochas ai mezzi di produzione galleggiante (FPSO) di Kizomba A e B;
  • sono proseguite le attività relative al progetto, di tipo EPIC, Usan, per conto Elf Petroleum Nigeria (Total), che prevede lo sviluppo sottomarino del giacimento offshore di Usan, situato circa 160 chilometri a sud di Port Harcourt, in Nigeria. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e assistenza relative alla messa in servizio di condotte sottomarine, ombelicali e riser che collegheranno quarantadue teste pozzo sottomarine al sistema di produzione galleggiante (FPSO, Floating Production Storage Offloading), nonché la realizzazione del sistema di esportazione del greggio costituito da una boa di ancoraggio e due linee di esportazione e di parte del sistema di ancoraggio dell’FPSO;
  • sono proseguiti i lavori offshore, nell’ambito del progetto FARM, per conto Cabinda Gulf Oil Co Ltd, in Angola, che prevede la fabbricazione di dieci fiaccole e gli interventi su quattordici piattaforme allo scopo di modificare i sistemi di combustione e scarico dei gas nel Blocco 0, situato nel mare antistante la provincia di Cabinda;
  • sono iniziate le attività di ingegneria e approvvigionamento relative al contratto Bonga North West, per conto Shell Nigeria Exploration and Production Company Ltd (SNEPCo), al largo delle coste nigeriane. I lavori riguardano le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in opera delle condotte di produzione con tecnologia pipe-in-pipe e delle condotte per la re-iniezione di acqua nel bacino del giacimento, oltre ai relativi sistemi di produzione sottomarina.

Nel Mar Baltico sono iniziate le operazioni di posa del progetto Nord Stream, per conto Nord Stream AG, che prevede la posa di un gasdotto costituito da due condotte parallele che uniranno Vyborg in Russia con Greifswald in Germania, nonché le attività di scavo, interramento, test e pre-commissioning.

Nel Mare del Nord:

  • è stato completato il progetto Buzzard Enhancement, per conto Nexen Petroleum Uk, che prevedeva l’installazione di un jacket, di pali e di un ponte, in acque inglesi;
  • sono state installate le strutture nell’ambito del progetto Valhall, per conto Statoil Hydro Petroleum AS, che prevedeva il trasporto e l’installazione di cinque ponti e due torri nel campo Valhall, in Norvegia;
  • sono state installate varie strutture per conto Statoil nel settore norvegese;
  • sono iniziate le attività preparatorie per la campagna di installazione 2011, per l’esecuzione dei contratti per conto BP (Claire Ridge, Andrew e Oselvar) e Shell (Ormen Lange).

In Azerbaijan, per conto BP Exploration (Caspian Sea) Ltd, sono continuate le attività di ispezione sottomarina, manutenzione e riparazione delle infrastrutture di BP presenti nell’area dell’offshore azero, tra cui le piattaforme installate dalla stessa in periodi precedenti.

Inoltre, per conto Aioc, nell’ambito del progetto Chirag Oil Project, sono stati eseguiti due distinti contratti che prevedevano la costruzione e l’installazione di una template; sono inoltre iniziate le attività di ingegneria relative a due nuovi scopi del lavoro che prevedono la costruzione del jacket e le attività di trasporto e installazione dello stesso e della relativa topside.

In Kazakhstan, per conto Agip KCO, nell’ambito del programma per lo sviluppo del giacimento Kashagan:

  • sono terminate le attività di posa offshore relative al vecchio scopo del lavoro e sono iniziate le attività di ingegneria e approvvigionamento, nell’ambito dell’estensione del progetto Trunklinei and Production Flowlines, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento di materiali, posa e messa in servizio di condotte, cavi in fibra ottica e ombelicali;
  • sono in corso le attività previste dall’estensione del contratto nell’ambito del progetto Piles and Flares, che prevedono l’installazione di moduli barge, una fiaccola, diversi piperack e ponti di collegamento e varie strutture attualmente in costruzione a Kuryk;
  • sono continuate le attività nell’ambito del progetto Hook Up and Commissioningi, che prevede la connessione e la messa in opera delle strutture a mare e la prefabbricazione e il completamento di moduli da svolgersi presso il cantiere di Kuryk.

In Sud America:

  • sono state completate le attività relative al contratto Mexilhao, per conto Companhia Mexilhao do Brasil, in Brasile, che prevedeva trasporto e installazione di un jacket, dei pali di ancoraggio e delle topside della piattaforma PMXL-1, nell’ambito dello sviluppo del campo Mexilhao, nel bacino di Santos, circa 140 chilometri al largo delle coste dello stato di San Paolo;
  • sono state eseguite le attività di installazione relative al contratto Uruguà-Mexilhao Pipelinei, per conto Petrobras, nell’area di Santos Basin al largo delle coste del Brasile, che prevede trasporto, installazione e attività di test di una condotta che collegherà l’unità di produzione galleggiante (FPSO) Cidade de Santos, situata a una profondità di 1.372 metri, alla piattaforma gas situata a 172 metri di profondità nel campo Uruguà;
  • sono iniziate le attività preparatorie relative al contratto P55- SCR, per conto Petrobras, il progetto, di tipo EPIC, in Brasile, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, trasporto e installazione a mare di flowline e di riser a servizio della piattaforma semisommergibile P-55 che sarà collocata nel campo Roncador, nel bacino di Campos, al largo delle coste dello stato di Rio de Janeiro.

Nel segmento “Leased FPSO”, nel corso dell’esercizio hanno operato:

  • l’unità FPSO Cidade de Vitoria, nell’ambito di un contratto, per conto Petrobras, della durata di undici anni, per lo sviluppo della seconda fase del giacimento Golfinho, situato nell’offshore brasiliano, a una profondità d’acqua di 1.400 metri;
  • l’unità Gimboa, nell’ambito del contratto, per conto Sonangol P&P, della durata di sei anni, relativo alla fornitura e alla gestione di un’unità FPSO per lo sviluppo del giacimento Gimboa, situato al largo delle coste angolane, nel Blocco 4/05 a una profondità d’acqua di 700 metri.